La Mission

L’obiettivo dell’azienda è di valorizzare le nostre terre e i prodotti delle nostre colline. La varietà di terreno, esposizione, età del vigneto, qualità di uva innestate, consentono di ottenere vini con gusti, aromi e consistenza differenti, ma con una matrice comune molto forte che li caratterizza per modalità produttive. La ricerca della vicinanza più semplice e grezza agli aspetti della stagione e alle qualità e ai difetti del singolo terreno, rende il prodotto finale ogni anno diverso e unico. Potremo trovare lo stesso vino nato dalle stesse uve delle medesime vigne, un anno più abboccato o più frizzante o addirittura fermo a seconda della stagionalità.

Il ciclo produttivo si svolge per intero all’interno dell’azienda stessa, non sono acquistate uve da coltivatori esterni, non si utilizzano conto terzisti e la manodopera è quasi totalmente riservata al titolare. Il metodo di coltivazione è tradizionale, molto simile alle antiche pratiche solo in parte meccanizzate. La vinificazione segue i metodi antichi di macerazione sia per i vini bianchi che per i rossi, fermentazione naturale, nessun filtraggio per il vino rosso e un solo filtraggio a cartoni per il bianco.

La natura stessa dei vigneti per lo più antichi o di media età non consente al momento la partecipazione a consorzi doc o igt. La scelta quindi mira a mantenere, migliorare e valorizzare vitigni autoctoni, difficilmente reperibili in versioni così grezze e semplici. Ove possibile la singola vigna genera un vino proprio: la Vigna Vecchia, il Piccione, il Bosco o Vidùr. Negli altri casi si uniscono le stesse qualità di uve dei vigneti confinanti e si mantiene la prevalenza desiderata: Costa, Busa, Calaia. I prodotti finali sono due vini bianchi e cinque rossi.